Relazioni, che bella invenzione. Ma quanto ci mancano

Un progetto di Beate Vivo Farm

Beate Vivo Farm è un’impresa startup nata a Vicenza nel gennaio 2021 e fondata da Ombretta Zulian e Ketty Panni. Il nostro “core” e “care” business sono le Relazioni.

Vicenza è stata città finalista per la Capitale Italiana della Cultura 2024 con il progetto “La Cultura è una bella invenzione”. Ispirandoci a questo progetto guida per una trasformazione territoriale poggiata sul “Capitale cultura” quale fattore di crescita e sviluppo, potremmo parafrasarne il titolo dicendo che “le Relazioni sono una bella invenzione”.

In realtà le relazioni sono un bene intangibile ma concreto perché se ne vedono, sentono e percepiscono gli effetti in ogni contesto: dal nostro Nutrirsi (cosa e come mangiamo) al nostro Amarsi (prenderci cura di noi, della salute fisica e psicologica, degli affetti), dal nostro Viversi (il nostro muoversi e viaggiare in relazione con gli altri, il paesaggio, la natura, …) al nostro Abitarsi (lo stare nelle nostre case, negli spazi di vita sociale, nelle città, …).

Oggi sappiamo che le relazioni spesso mancano, o sono spente, stanche, obsolete. E quando ciò accade se ne riscontrano gli effetti negativi che pesano, incidono e rendono complicato il nostro vivere. Perciò dobbiamo re-agire.

Beate Vivo Farm nasce per questo. Ed è per questo che Relazionésimo 2030 – il primo dei progetti “core” dell’azienda – userà volutamente i linguaggi dell’arte, della bellezza e della cultura per farci comprendere che le Relazioni sono dappertutto.

CONDIVIDI

Iscriviti alla Newsletter